logotype

“COMUNICATO STAMPA PRESENTAZIONE DEL PROGETTO DISINVOLTO”

Centro Sportivo Educativo Nazionale (C.S.E.N.)

 

Ferrara, 20 settembre 2012

 

In questo documento di grande importanza socioculturale, vi proponiamo la sintesi di una emozionante ed interessantissima conferenza stampa, tenutasi in data 19 settembre 2012, nella prestigiosa cornice di Villa Smeraldi, a San Marino di Bentivoglio (BO), sede di uno trai più antichi ed importanti Musei della Civiltà Contadina; in questo contesto suggestivo è stato presentato a livello Nazionale e Regionale il PROGETTO DISINVOLTO, teso a promuovere i diritti e le opportunità per favorire la piena inclusione sociale delle persone con disabilità nello sport, sostenuto dal MINISTERO DEL LAVORO e DELLE POLITICHE SOCIALI. In tale occasione si è parlato del “PREMIO NAZIONALE DI NARRATIVA E POESIA “DINO TEBALDI”, proposto e organizzato dall'Associazione ASD Accademica delle Culture, patrocinato dalla Provincia e dal Comune di Ferrara che andrà a sostenere  il progetto “DISINVOLTO”,  attraverso la promozione del medesimo anche nel mondo letterario.

                                                

 

 L’obiettivo è costruire una Rete Nazionale per lo sviluppo del settore CSEN Sociale atta a coordinare a livello interregionale le attività sportive a favore delle persone disabili, affiancando e supportando l'azione degli Enti locali preposti e delle istituzioni scolastiche, per stimolare un maggiore coinvolgimento delle Amministrazioni politiche proprio con la realizzazione di progetti innovativi. La definizione è “ATTIVITA’ DI SPORT INTEGRATO” perché sia facilmente riconoscibile che l’integrazione è per tutti e non solo per i disabili, ed il progetto tende ad una pratica sportiva da fare insieme.

I relatori: Franco Mioni, coordinatore per gli eventi, titolare dell'Ufficio stampa  Salotto Europeo; Manuela Fabbri, Delegata  provinciale per Ferrara dell'ente CSEN “Centro Sportivo Educativo Nazionale”e referente regionale del Progetto; Andrea Bruni, responsabile nazionale del Progetto Disinvolto CSEN; Sabrina Carli, Presidente dell’ASD Gruppo Sportivo Terapeutico ANFFAS; Vladimiro Longhi, Sindaco di Bentivoglio (BO); Felice Maran, Direttore dei servizi sociali dell'Azienda Unità Sanitaria Locale di Ferrara; Fabrizio Sarti, Presidente dell'Istituto Villa Smeraldi, Alessandro Mengoli, Presidente della Cooperativa Sociale Anima; Luca Panichi, referente del progetto Disinvolto  CSEN Perugia, nonché testimonial del progetto “DISINVOLTO”.

 

La conferenza è stata aperta e presentata da Franco Mioni, indirizzando i presenti a sostenere con umiltà collettiva le idee e gli impegni presi di ogni singolo Ente, Istituzione, Associazione, per favorire l'espansione in modo etico del progetto “DISINVOLTO”, ed ovviamente per avvicinare tutti all'ottica di una rete, di un enorme ed efficace team locale, regionale e nazionale.

Subito dopo Mioni, interviene Fabrizio Sarti, Presidente dell'Istituto Villa Smeraldi, il quale ha illustrato la storia e la funzione di Villa Smeraldi e da padrone di casa, ha accolto l'invito ad ospitare la conferenza stampa dedicata al progetto “DISINVOLTO”.

Vladimiro Longhi, Sindaco di Bentivoglio (BO), puntualizzando il suo coinvolgimento in questa iniziativa, sostiene: “i temi sociali devono essere al centro del nostro agire”, ma senza dimenticare l'importanza dell'integrazione al lavoro e di sviluppo dello stesso, visto il periodo difficile per molte persone.

Prosegue Andrea Bruni, responsabile nazionale CSEN “Centro Sportivo Educativo Nazionale”, specifica e disegna lucidamente l'ideale del progetto “DISINVOLTO”, mettendo in risalto l'obiettivo di superamento culturale, per riconoscere i limiti e formulare competizioni sportive alla pari; per fare questo – aggiunge – è necessario lavorare su  una mappatura dettagliata locale, regionale e nazionale, ove poter svolgere le attività sportive e culturali. Conclude annunciando l'evento “PERFORMING FESTIVAL – NARRAZIONE, STORIE E SITUAZIONI NELLA COMPETIZIONE SPORTIVA, ATTRAVERSO VIDEO - RACCONTI” previsto per giugno 2013 a Roma, e aggiunge di non dimenticare, ma anzi di promuovere la partecipazione alla PRIMA GIORNATA NAZIONALE DELLO SPORT INTEGRATO, prevista per il 2 marzo 2013, con eventi organizzati dalle Regioni coinvolte nel progetto “DISINVOLTO”.

L'intervento di Manuela Fabbri, referente per la regione Emilia Romagna del progetto,  specifica la conformità del territorio ferrarese a tal progetto, prendendo in osservazione gli elementi terra ed acqua che sono fortemente caratterizzanti il territorio di Ferrara; pesca sportiva, vela, canoa, discipline olistiche, ippoterapia; queste saranno –  ribadisce la Fabbri – le attività sportive principali legate al progetto “DISINVOLTO”, poi, passa alla presentazione del primo evento previsto per il 29 settembre 2012, presso il Circolo Tennistico Marfisa di Ferrara: un open day, legato al centesimo anniversario della nascita di Michelangelo Antonioni, noto regista ferrarese e appassionato di tennis, che proporrà questa disciplina, come nuova opportunità d'integrazione e che coinvolgerà disabili, operatori del sociale e gli stessi soci del circolo.

Continua Manuela Fabbri, portando il discorso sulla valorizzazione del Parco del Delta del Po come luogo ideale per lo svolgimento di attività sportive “lente”, specificando la speranza della collaborazione di Enti e Istituzioni.

Tra i suoi collaboratori, oltre a Franco Mioni, ha individuato referenti specifici: Francesca Cellini per la mappatura delle attività sportive legate ai disabili e degli impianti in cui essi si svolgono nella provincia di Ferrara, Carlotta Breda, per riprese video e Iris Mattioli per i contatti e collaborazioni con le istituzioni scolastiche.

L'intervento più emozionante, lo ha sostenuto Luca Panichi, referente del Progetto per la provincia di Perugia. Lo stesso è già  testimonial del progetto “DISINVOLTO” poiché a 25 anni, durante una competizione ciclistica, subì un incidente che gli causò una lesione midollare; oggi utilizza la  carrozzina, senza smettere di competere; una delle sue recenti imprese, eclatante e stimolante, è la risalita del Passo dello Stelvio, spingendosi in carrozzina durante il giro d'Italia.

Le sue parole e la sua forza carismatica interiore, hanno dato una lezione intensa e coinvolgente a tutti i presenti.

Per lui, continua ad essere importante la competizione, non per vincere, ma per rafforzare l'autostima e per convivere con i propri limiti in modo naturale.

Sabrina Carli, presidente del Gruppo Sportivo Terapeutico ANFFAS di Ferrara, responsabile delle attività sportive, ha reso pubblico  l’impegno dell’Associazione a sostenere in pieno il progetto “DISINVOLTO”, la loro attiva partecipazione allo stesso, poiché già in alcune strutture del territorio ferrarese, assieme ai loro soci, svolgono attività analoghe.

Prende poi la parola Alessandro Mengoli, presidente della Cooperativa Sociale Anima, di Bentivoglio (BO) che si occupa dell'inserimento lavorativo di persone con handicap, in attività agricole, di servizi, ospitalità, ristorazione etc.

Molte di queste persone sono attualmente impiegate, all'interno di Villa Smeraldi, tant'è che l'allestimento ed il servizio dell'aperitivo offerto in occasione della conferenza stampa, è stato interamente da loro preparato e servito, dando un esempio meraviglioso di integrazione sociale.

Chiude la conferenza, l'intervento di Felice Maran,  Direttore dei servizi sociali dell'Azienda Unità Sanitaria Locale di Ferrara, manifestando il suo entusiasmo per il coinvolgimento da parte di Enti, Istituzioni ed Associazioni che lo hanno invitato a sostenere il progetto “DISINVOLTO”, lo stesso Maran conferma come, nonostante le ovvie perplessità, l'integrazione ha sempre avuto esiti positivi in provincia di Ferrara.

Alle 14,30 si è conclusa la conferenza brindando con ottimi vini bianchi dell’Azienda il Pettyrosso di Montesanto ed eccellenze alimentari dell’Azienda Le Aie di Gualdo di Voghiera in collaborazione con la Soc. Coop. Anima.

 

Alessio Carlini  

Presidente ASD Accademica delle Culture